in:

Rimangono gravi le condizioni del 50enne di Cavezzo affetto da West Nile e ricoverato all’ospedale di Carpi in rianimazione

Rimangono gravi le condizioni del 50enne di Cavezzo affetto da West Nile e ricoverato all’ospedale di Carpi in rianimazione: il quadro clinico è stabile ma la prognosi resta riservata. A preoccupare in questi casi sono sempre le implicazioni neurologiche – spiegano dall’AUSL, nel frattempo alle prese con cinque casi di diversa gravità anche a Modena. Un paio dei pazienti, tutti anziani, sono già stati dimessi; ma tre sono ancora in osservazione.
Dietro ai sei casi critici sin qui documentati rimangono dunque centinaia di teoriche infezioni virali normali, con febbre e mal di testa. Fenomeni per i quali le AUSL di tutta Italia si preparano ogni estate, in particolare quando l’infezione è trasmessa dalla zanzara comune, come nel caso del West Nile.


Riproduzione riservata © 2018 TRC