in:

La nuova casa del centro riferimento Trapianti, il nodo centrale per tutta la regione e non solo, è una struttura che serviva alla sostanza dell’attività.

E’ stato inaugurata all’ospedale S.Orsola la nuova sede del Centro riferimento trapianti regionale, fondamentale punto di raccordo per le donazioni di organi, che anche nel 2017 in Emilia Romagna hanno fatto registrare un numero di donatori utilizzati al di sopra della media nazionale di oltre 4 punti. L’anno scorso sono stati 238 i donatori segnalati, 122 quelli utilizzati. Resta il problema dell’opposizione, in aumento, ma nei primi sei mesi del 2018 c’è un vero e proprio boom di donazioni
La nuova casa del centro riferimento Trapianti, il nodo centrale per tutta la regione e non solo, è una struttura che serviva alla sostanza dell’attività. La cultura della donazione, l’accoglienza dei donatori e tutta l’attività che ne consegue aveva bisogno dello spazio inaugurato al S.Orsola
L’Emilia Romagna nel 2017 ha avuto una percentuale di donatori utilizzati ancora una volta più alta rispetto a quella nazionale, oltre il 27% contro il 23 nazionale.
Il segnale di come il trattamento dei donatori sia all’avanguardia, sotto ogni profilo. Di questi però non tutti sono utilizzabili, per ragioni mediche o per la percentuale di opposizione aumentata di tre punti rispetto al 2016, attorno al 28%, comunque sotto il 32% della media nazionale e con una percentuale di utilizzo in aumento rispetto al 2017.


Riproduzione riservata © 2018 TRC