in:

Potranno andare a trovare i loro padroni, fatto salvo che non si trovino in reparti particolarmente delicati. Si unanime in commissione.

La commissione Politiche per la salute e politiche sociali dell’Emilia Romagna ha dato il via libera, all’unanimità, alla possibilità di far entrare cani e gatti in ospedale per migliorare lo stato d’animo dei pazienti. Le nuove regole saranno valide sia nelle strutture pubbliche sia in quelle private, naturalmente su richiesta del singolo paziente. “Una volta approvata definitivamente dalla giunta tale disciplina dovrà essere rispettata da tutte le strutture ospedaliere regionali (ognuna attiverà un suo regolamento interno). Non si potranno tenere cani e gatti in ogni caso in terapia intensiva, in chirurgia e traumatologia d’urgenza, nei reparti o nelle stanze di isolamento, nei centri trapianto e tra i grandi ustionati, nei centri dialisi, in ostetricia e nursery e in altre zone particolarmente delicate degli ospedali. “Per l’accesso degli animali, il paziente o i suoi familiari dovranno fare richiesta scritta alla direzione sanitaria della struttura ospedaliera”. Gabriella Meo (Sel-Verdi) e Antonio Mumolo (Pd) “si sono impegnati ad incontrare le associazioni prima dell’ultimo via libera della giunta sul documento, per ragionare su eventuali osservazioni”.


Riproduzione riservata © 2018 TRC