in:

Donata all’ospedale di Sassuolo l’attrezzatura per la terapia fotodinamica per curare il tumore alla pelle.

Una macchina che sfrutta la luce per diagnosticare efficacemente gli epiteliomi, tramite un processo meno invasivo per l’organismo di quelli utilizzati precedentemente. Costa circa 12mila euro e l’Ospedale di Sassuolo l’ha ricevuta in dono dalla Banca Popolare dell’Emilia Romagna. L’apparecchio per la terapia fotodinamica di ultima generazione irradia la pelle dell’area interessata per un solo minuto – circa dieci quelli impiegati dai macchinari tradizionali, per i quali è maggiore il rischio di ustioni nell’area interessata. Una macchina che promette di ridurre tempi e costi nella diagnosi dei tumori della pelle, evitando in molti casi il ricorso alla sala operatoria. Di epitelioma è affetto circa il 15% della popolazione italiana: si tratta del tumore di maggiore incidenza sulla popolazione. In un solo anno a Sassuolo sono circa 1.200 gli interventi ambulatoriali o chirurgici eseguiti su questo tipo di patologie: i circa 250 in regime di ricovero promettono, ora, di ridursi sensibilmente.


Riproduzione riservata © 2018 TRC