in:

Il Presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini è pronto a ricandidarsi in vista delle elezioni amministrative del 2019

“Io sono impegnato a servire la mia Regione e la mia disponibilità a proseguire non è mai venuta meno”. Il Presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini è pronto a ricandidarsi in vista delle elezioni amministrative del 2019 e lo ha confermato in un’intervista al Corriere di Bologna.
Dopo la candidatura alla segreteria nazionale del Partito democratico di un altro modenese, Matteo Ricchetti, arriva quella di Bonaccini che, in tema di alleanze elettorali, apre anche al Sindaco di Parma, l’ex grillino Federico Pizzarotti: “Quando parlo di alleanze e civismo mi riferisco e mi rivolgo anche ad amministratori come Federico, che non sono nel centrosinistra, ma che possono trovare in noi un interlocutore più naturale che non nella Lega”.
Il Presidente della Regione è poi tornato sul tema della infratrutture, che in Emilia Romagna sono il passante di Bologna, la Bretella Campogalliano-Sassuolo e la Cispadana.
“Ho scritto a Toninelli appena si è insediato, il 16 giugno, chiedendogli subito di incontrarci per discutere del Passante e degli altri investimenti. Parliamo di opere già progettate, finanziate, pronte per partire. Sono trascorsi quasi quattro mesi senza alcuna risposta, il che è persino umiliante”. E c’è anche un tema di sicurezza, dopo l’incidente di Borgo Panigale, sottolinea ancora il governatore: “Negare il problema come fa il ministro Toninelli è incredibile e perdere ancora tempo, ora che tutto è pronto, è incomprensibile. Il ricorso è l’ultima cosa che vorrei, perché regioni e governo dovrebbero collaborare, non litigare in tribunale. Ho fatto un altro appello al premier Conte e a Salvini, valutino loro, poi valuteremo noi”.


Riproduzione riservata © 2018 TRC