in:

Il programma elettorale in vista delle amministrative 2019 ancora non c’è: il Movimento Cinque Stelle lo chiederà direttamente alla base

Il programma elettorale in vista delle amministrative 2019 ancora non c’è: il Movimento Cinque Stelle lo chiederà direttamente alla base, nei cosiddetti tavoli di lavoro in programma per tre giovedì consecutivi alla Palazzina Pucci. La speranza dei pentastellati è di riuscire nell’impresa solo sfiorata quattro anni fa, quando il candidato Marco Bortolotti portò Gian Carlo Muzzarelli al ballottaggio con un programma – allora sì – definito nei dettagli e incentrato sui temi dell’urbanistica, della viabilità sostenibile e del consumo di suolo. Ancora da definire anche il candidato, ma c’è tempo: la corsa a sindaco entrerà nel vivo tra non meno di sei mesi, e i 5 Stelle confidano per allora di aver condensato le idee giuste. Batte invece il ferro caldo della sicurezza la Lega Nord, in visita al Villaggio Giardino per ascoltare i residenti e cercare tesserati – tentando di tradurre il consenso finito sopra il 30% secondo i sondaggi nazionali in una base altrettanto numerosa. Il modello, paradossalmente, è quello territoriale del Partito Democratico: in arrivo anche la festa della Lega, alla quale dovrebbe prendere parte il Ministro della Famiglia Lorenzo Fontana.


Riproduzione riservata © 2018 TRC