in:

A Ponte Alto, fino al 18 settembre, arriveranno diversi esponenti del governo, mentre tra gli spettacoli ricordiamo il concerto di Antonello Venditti

Con lo slogan “l’Italia in testa” prende il via questa sera a Ponte Alto la festa de l’unità di Modena. Taglio del nastro alle 19 con il segretario provinciale del partito democratico Lucia Bursi, quello regionale Paolo Calvano e il presidente dell’Emilia-Romagna Stefano Bonaccini. Accanto a ristoranti, stand commerciali e aree gioco per bambini, la festa propone una mostra sul fotogiornalismo del 1981 dal titolo “L’informazione negata”. Nell’area della festa si esibiranno i musicanti di San Crispino mentre alle 23 è previsto il consueto appuntamento d’apertura coi fuochi d’artificio piromusicali. La festa proseguirà fino al 18 settembre, vari gli esponenti del governo che interverranno agli appuntamenti politici: il primo sarà il ministro del lavoro Giuliano Poletti, calendariato per venerdì 25 agosto, poi toccherà al titolare degli interni Marco Minniti, al sottosegretario alla presidenza del consiglio Maria Elena Boschi, al ministro dell’istruzione Valeria Fedeli e a quello alla giustizia Andrea Orlando. Il cartellone degli spettacoli prevede alcuni eventi a pagamento, tra cui Arisa il 2 settembre e Antonello Venditti l’8 settembre, ma anche tanti appuntamenti ad ingresso libero: Tonino Carotone, Modena City Ramblers e i comici Paolo Cevoli, Gabriele Cirilli e Giuseppe Giacobazzi. L’intero programma aggiornato è consultabile sul sito del partito democratico di Modena


Riproduzione riservata © 2017 TRC