in:

Si unanime dell’assemblea legislativa della Regione alla fusione dei Comuni dell’alto Appennino reggiano. Adesso la parola passa ai cittadini.

Si unanime dell’assemblea legislativa della Regione alla fusione dei Comuni dell’alto Appennino reggiano. Adesso la parola sull’unione di Busana, Collagna, Ligonchio e Ramiseto, in provincia di Reggio Emilia, passa ai cittadini. L’Assemblea legislativa regionale ha votato all’unanimità la delibera di indizione del referendum consultivo delle popolazioni interessate alla possibile unificazione dei rispettivi Comuni di residenza tramite fusione. Nella consultazione popolare, che si svolgerà presumibilmente tra fine maggio e il mese di giugno, i cittadini oltre ad esprimersi con un ‘sì’ o un ‘no’ sulla fusione dei quattro Comuni dell’Alto Appenino reggiano dovranno anche scegliere il nome del nuovo Comune unico tra una rosa di otto proposte emerse da un confronto con le comunità locali: Ventasso, Nasseta, Crinale Reggiano, Crinale dell’alto appennino reggiano, Alto appennino reggiano, Nasseta e Valle dei Cavalieri, Vallisneri, Due Valli. Il voto dell’Assemblea sull’indizione del referendum è avvenuto dopo la discussione sul progetto di legge, redatto, come prevede la legge regionale, dalla Giunta su richiesta dei rispettivi Comuni. Il percorso di fusione, avviato nella scorsa legislatura (dopo il via libera iniziale al progetto dei rispettivi Consigli comunali) era rimasto fermo a causa dell’anticipato scioglimento dell’Assemblea legislativa ed è ripreso con un nuovo progetto di legge grazie ad un iter legislativo più snello previsto dalle ‘Norme di salvaguardia per i progetti di legge di fusione decaduti a fine legislatura’ (art.13 bis L.r. 24/1996 introdotto nell’ultima Legge Finanziaria L.r. 17/2014). La proposta di fusione sarà ora sospesa per tornare in Aula solo dopo l’avvenuto referendum.


Riproduzione riservata © 2017 TRC