in:

Primarie Pd, la macchina organizzativa è a pieno regime. Domani si vota dalle 8 alle 20 per la segreteria del partit: in campo Renzi, Civati e Cuperlo. Romano Prodi alla fine ha deciso di partecipare

Domani la sfida tra Renzi, Civati e Cuperlo, un passaggio cruciale – la nomina del nuovo segretario nazionale del Partito Democratico – per gli equilibri della nuova maggioranza di Governo. Sul tavolo tanti temi, tra tutti la legge elettorale e gli effetti della bocciatura del Porcellum da parte della Corte Costituzionale. All’ultimo il dietrofront di Romano Prodi, il padre dell’Ulivo e l’ispiratore del Pd, che aveva scelto di astenersi, ha inve annunciato che parteciperà alle primarie: “per difender il bipolarismo”.

 

Chiuse le registrazioni online per i fuori sede e gli italiani all’estero, la macchina organizzativa sta girando a pieno ritmo. Ieri sera l’incontro con i presidenti di seggio e i segretari di Circolo Pd. Domani i seggi saranno aperti dalle 8 alle 20, 119 i seggi nel modenese che funzioneranno grazie all’impegno di 1500 volontari. Si tratta di primarie aperte. Possono votare tutti: iscritti, elettori e simpatizzanti del Partito Democratico, bisogna aver compiuto 16 anni. Occorre presentarsi ai seggi muniti di carta d’identità e tessera elettorale.

 

Agli iscritti verrà chiesta anche la tessera del Pd e non saranno tenuti al pagamento del contributo di 2 euro. L’elenco dei seggi è consultabile sul sito www.pdmodena.it. Lo scrutinio dei voti inizierà immediatamente dopo la chiusura dei seggi. La Federazione provinciale del Pd diffonderà i dati dell’affluenza alle 12 e alle 17, i risultati della consultazione saranno resi noti a tarda sera.


Riproduzione riservata © 2018 TRC