in:

Forza Italia, Nuovo Centro Destra e Fratelli d’Italia. Il centrodestra modenese rispecchia le divisioni presenti a livello nazionale. Sulle amministrative c’è chi punta alle primarie per la scelta del candidato sindaco

Il centrodestra modenese si riunisce dopo la decadenza da senatore di Silvio Berlusconi. Da un lato il ritorno di Forza Italia con i fedelissimi del Cavaliere Enrico Aimi, Dante Mazzi, Giampaolo Lenzini, dall’altro Carlo Giovanardi e i consiglieri provinciali Bruno Rinaldi e Luca Ghelfi, che sono andati a Roma per la convention del Nuovo Centro Destra. Alla finestra sempre gli esponenti di Fratelli d’Italia, riuniti a Modena. Contrari sin dall’inizio al governo Letta, a livello locale lanciano l’idea delle primarie per la scelta del candidato sindaco. Partiti divisi, ma uniti nella cautela nei confronti delle parole di Silvio Berlusconi per una possibile alleanza con Grillo contro la figura del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.


Riproduzione riservata © 2018 TRC