in:

Dopo la notizia di presunti viaggi in limousine da parte dell’ex capogruppo Pd in Regione Monari, interviene il Ministro Graziano Delrio che dice: “se è tutto vero, è inaccettabile”. I

Da una parte ci sono i tagli alla spesa pubblica, dall’altra invece le spese pazze da parte di politici in Regione. L’inchiesta sulle spese pazze prosegue a pieno ritmo e agli sperperi dei consiglieri ormai accertati, oggi si aggiunge l’uso di una limousine con relativo autista che, nel luglio 2011, avrebbe trasportato da Napoli ad Amalfi l’ex capogruppo Pd in Regione Marco Monari e Roberto Montanari, consigliere regionale dello stesso partito per un costo complessivo di 900 euro. Da Bologna i renziani chiedono le dimissioni immediate da parte dei colpevoli, ma Monari smentisce e parla di normalissime automobili. Anche su questo Delrio non ha dubbi.

 

Sempre da Modena il Ministro per gli Affari Regionali Graziano Delrio torna a parlare del disegno di legge che dovrebbe trasformare le province in enti di secondo grado. L’iter per l’approvazione sta proseguendo molto lentamente ma per Delrio serve tempestività. La Corte dei Conti recentemente però aveva espresso un parere diverso, parlando di basse possibilità di risparmio e del rischio di confusione amministrativa nel periodo di transizione. In assenza di un’approvazione definitiva, infatti, nella prossima primavera andranno al voto 72 province.

Raggiunta un’intesa con i sindacati per la salvaguardia dei dipendenti, l’ex sindaco di Reggio ha diffuso in rete un video che spiega ‘in pillole’ il disegno di legge: su questa partita del resto si sta giocando un pezzo del suo futuro politico.


Riproduzione riservata © 2018 TRC