in:

“E’ necessario ridare cittadinanza ai modenesi” ha detto l’assessore comunale all’istruzione nell’annunciare la sua candidatura a sindaco.

La lettera con cui l’assessore comunale all’istruzione Adriana Querzè si candida a sindaco di Modena:

 

“Nelle ultime settimane ho ricevuto forti sollecitazioni e richieste espresse da gruppi e singoli cittadini, perchè proponga la mia candidatura a sindaco della città. Queste richieste, e il modo con cui sono state presentate, costituiscono una novità per Modena. Sono l’esito di un impegno politico diffuso che chiede cambiamento nei metodi di lavoro e nei contenuti da porre all’attenzione di chi, in futuro, amministrerà Modena. Ho riflettuto molto sulla situazione della città, valutato le mie perplessità, scavato nei miei desideri, incontrato tante persone e, alla fine, ho deciso di raccogliere quella che considero una grande sfida: costruire un progetto di inclusione di esperienze e storie diverse che sappia valorizzare, insieme al protagonismo dei cittadini, istanze provenienti dalle forze politiche che si muovono nell’ambito del centrosinistra, l’area in cui naturalmente mi colloco. Oggi più che mai è necessario dare cittadinanza ai sentimenti dei modenesi, al loro senso civico e al loro spirito solidale, forse un po’ sopiti, ma di certo ancora presenti. Spero, con questa mia decisione, di contribuire al rilancio di un dibattito politico che ha bisogno di un confronto vero e di pensiero autonomo. Italo Calvino ci ha detto che “D’una città non godi le sette o le settanta meraviglie, ma la risposta che dà ad una tua domanda.” Cercherò di dare il mio contributo alla costruzione di questa risposta, insieme a tutti coloro che sentono il diritto e il dovere di costruire futuro”.


Riproduzione riservata © 2018 TRC