in:

Al termine dell’atteso faccia a faccia di oggi con il segretario provinciale del Pd, Baruffi, i due hanno deciso di posticipare di 48 ore ogni decisione

Fare pace o dirsi addio? Dilemma da innamorati, ma non solo. Protagonisti, stavolta, sono due dei politici di maggior spessore del Pd modenese, Daniele Sitta, l’assessore più in vista della giunta Pighi, e il segretario provinciale Davide Baruffi. Oggi, dopo giorni di botta e risposta a distanza, i due si sono guardati negli occhi, ma la parola fine non è stata ancora scritta. L’assessore decisionista, che in otto anni, si è fatto moltissimi nemici, ma ha lasciato un segno indelebile sul futuro di Modena, basti pensare alla viabilità, alla pista di Marzaglia e al Novi Park ma l’elenco sarebbe lungo, e i vertici del partito si sono dati altre 48 ore di tempo per capire se il contenzioso può essere risolto senza ulteriori strappi.  Il faccia a faccia di oggi è stato utile per chiarire le rispettive posizioni.  Sitta ha chiesto a Baruffi una spiegazione della dura presa di posizione dei giorni scorsi in cui il segretario aveva invitato l’assessore a “cambiare radicalmente”. “Se il problema sono io – ha ribadito Sitta – ne prenderò atto”. Apparentemente due posizioni inconciliabili, anche se la mediazione offerta dal Sindaco Pighi che, pur valutandone criticamente alcuni atteggiamenti, ha sempre apprezzato le doti politiche e operative del suo assessore, sollecita tutti a cercare sino in fondo un compromesso. E così, la parola fine sarà scritta solo tra 48 ore, nel frattempo Daniele Sitta, sino a domenica, non parteciperà alle riunioni di giunta e del partito, per consentire un dibattito più franco, anche perché in realtà in ballo per il Pd c’è molto di più. Molto di più di uno scontro personale. In gioco c’è il posizionamento politico del Pd di Modena e dell’Emilia Romagna. Al fianco della sinistra radicale, degli ambientalisti e dell’Italia dei valori, come è nei fatti oggi, o più indipendente, come sognava Veltroni, e vicino al Terzo Polo. Come dire, con Monti o con Vendola? La fine della querelle sull’assessore Sitta risponderà anche a questa domanda. 


Riproduzione riservata © 2018 TRC