in:

Stipendi mensili più modesti per sindaci e assessori comunali

I costi della politica in Italia sono altissimi, ma non tutte le cariche sono ugualmente onerose per i cittadini. Se, infatti, i parlamentari italiani hanno gli stipendi più alti d’Europa, più di 11mila euro di base mensile, a cui si aggiungono infinite diarie per viaggi, alloggi, indennità, fino a toccare quota 16mila, i primi cittadini non navigano nell’oro. Il sindaco di Modena, ad esempio, percepisce 5.400 euro lordi, e considerando che Giorgio Pighi prima faceva l’avvocato difficile che ci abbia guadagnato. Con il vice sindaco già si scende: nemmeno 5mila euro al mese, sempre lordi. Per gli altri assessori, in un anno, gli stipendi ammontano a nemmeno 40mila euro. E i consiglieri comunali, che hanno sedute, commissioni, carte da controllare, percepiscono al mese 600 euro. Ovviamente, o almeno in genere, hanno tutti altre attività, ma come stipendio in quanto tale non fa pensare a nababbi. Comunque, tra beni mobili e immobili la denuncia dei redditi degli assessori cresce, il più benestante è Graziano Pini, con 172mila euro. Ma a Roma i numeri sono ben altri, anche se per i parlamentari è già stato deciso un taglio mensile di 1.300 euro e -10% nell’indennità di carica.


Riproduzione riservata © 2018 TRC