in:

Si infittisce l’elenco delle liste civiche e dei candidati in campo per le elezioni di maggio

Cinque liste a Novi, quattro – forse cinque – a Serramazzoni, solo due a Castelnuovo, ma solo per il momento. Si fa sempre più complicato l’assetto degli schieramenti in campo per le amministrative del 6 e 7 maggio che porteranno al rinnovo di sindaco e consigli comunali nei tre comuni modenesi. Un assetto all’insegna della frammentazione e del tutti contro tutti, almeno a Novi e Serra, che potrebbe riservare più di una sorpresa. A Novi la sfida si giocherà tra tre raggruppamenti di centrosinistra e due di centrodestra. Per il centrosinistra ci saranno le liste “Con Novi” del sindaco uscente Luisa Turci, sostenuta da Pd e Sel; “Uniti per Novi” di Roberto Guerra, appoggiato da Italia dei valori, Rifondazione, movimento 5 stelle e comitato beni comuni; e la civica “Progetto Comune”, nata dall’esperienza di Riformisti e Rinnovamento con Mauro Fabbri candidato sindaco. Sul fronte opposto la Lega Nord ha candidato il dentista Euro Cattini incassando l’appoggio della lista Alternativa per Novi di Davide Boldrin. Il Pdl sarà rappresentato invece da Tania Andreoli che, dopo qualche tentennamento, ha preferito prendere le distanze da Forza Nuova. Non meno articolato il quadro preelettorale a Serramazzoni dove ai tre aspiranti sindaco già in campo si è aggiunta, ieri, l’assessore Sabrina Fornari, alla guida di una lista civica. Dovrà vedersela con l’ex direttore generale dell’Usl di Modena, Roberto Rubbiani, che proprio oggi ha incassato l’appoggio del Pd. In dirittura d’arrivo anche la lista di Sel e Rifondazione, intenzionati a correre con un candidato proprio. Sul fronte del centrodestra, invece, due i nomi sicuri: Claudio Bartolacelli, già primo cittadino di Serra dal ’92 al 2002, e Giorgio Zanoli, viceprefetto di Modena, sostenuto dal comitato “Cittadini per Serramazzoni e le sue splendide frazioni”. Passando a Castelnuovo: è di ieri la discesa in campo di Carlo Bruzzi, sostenuto dal centrosinistra compatto. Dovrà vedersela con Isa Seidenari del Pdl che guida la lista di centrodestra e, forse anche con la Lega Nord che si starebbe attrezzando per correre con lista e candidato autonomi. Infine Forza Nuova che sarebbe intenzionata a presentarsi sia a Novi che a Castelnuovo. I giochi insomma sono aperti, anzi, apertissimi…


Riproduzione riservata © 2018 TRC