in:

Sel vuole salvare il Centro documentazione donna

Continua a far discutere la manovra da lacrime e sangue varata dalla Giunta del Comune di Modena per chiudere il bilancio 2012. Dopo le critiche delle opposizioni, ma anche dell’assessore Pini che chiedevano tagli più coraggiosi per contenere l’aumento delle tasse, che invece sfioreranno i 26 milioni di euro, critiche di segno opposto arrivano da chi protesta per i tagli compiuti. E’ il caso di Sinistra, ecologia e libertà che lancia una petizione per salvare il Centro documentazione donna e del Comitato Giù le mani dagli asili, contrario alla privatizzazione degli asili comunali. Lunedì 19 marzo dalle 17 alle 20 i sindacati daranno vita ad un presidio  in difesa dell’attuale modello di welfare, mentre il segretario generale della Uil Luigi Tollari ricorda che “prima di toccare i servizi, bisognerebbe ridurre al massimo i costi della politica”.   


Riproduzione riservata © 2018 TRC