in:

Visita modenese per l’ex ministro della difesa Arturo Parisi, promotore del referendum contro l’attuale legge elettorale

Gli obiettivi sono ambiziosi. Consegnare 500mila firme entro il prossimo 30 settembre, in modo da convocare il referendum già la prossima primavera. Il tutto per riuscire ad abolire nel minor tempo possibile l’attuale legge elettorale, conosciuta come Porcellum, definizione derivante dal suo stesso ideatore, l’onorevole Calderoli che la definì una "porcata". E anche Modena è scesa in campo, con la costituzione del Comitato per il referendum elettorale; la raccolta firme è già iniziata sabato scorso alla festa del Partito Democratico e i promotori contano di raccogliere 4mila firme entro il 20 settembre. A presentare l’iniziativa questa mattina a Modena c’era l’ex ministro della difesa Arturo Parisi, presidente del comitato pro referendum.


Riproduzione riservata © 2018 TRC