in:

I ticket ci saranno per tutti, ma tre regioni, tra cui l’Emilia Romagna, propongono una rimodulazione

La risposta al governo arriva dall’unione di tre regioni. L’Emilia Romagna, insieme a Umbria e Toscana, è pronta ad applicare i ticket sanitari come obbliga la legge. Il modo sarà però differente, con una rimodulazione in base al reddito delle famiglie. L’obiettivo è quello di non mettere tutti sullo stesso livello e di non penalizzare i più deboli con un unico esborso di 10 euro per tutto e per tutti. Età, reddito, disoccupazione, invalidità e patologie croniche faranno la differenza. Le nuove disposizioni entreranno in vigore presumibilmente da settembre. E la manovra porterà un introito stimato superiore ai 70 milioni di euro l’anno. Per i farmaci di fascia A i cittadini dell’Emilia Romagna pagheranno un ticket di un euro per ogni confezione se il reddito familiare lordo, dimostrato attraverso autocertificazione, sarà compreso fra i 36 e i 70 mila euro, del doppio se sarà fra i 70 e i 100mila euro, di 3 euro se supererà i 100mila euro. Il ticket è previsto anche per i farmaci equivalenti e per quelli non coperti da brevetto. A non pagare il ticket sulla farmaceutica è un lungo elenco di cittadini, fra cui gli esenti per età e reddito, gli assistiti con patologia cronica e invalidante, i disoccupati iscritti agli elenchi dei Centri per l’impiego, i lavoratori in mobilità e quelli in cassa integrazione, oltre i familiari a carico.
Per le visite specialistiche invece aumenta di 5 euro la quota di compartecipazione del cittadino. Per la prima visita sarà di 23 euro, per quella di controllo di 18. Chi già era esente, lo rimane. La fascia di reddito inciderà sui ticket per risonanza magnetica e TAC e andrà da un minimo di 36,15 euro a un massimo di 70. La quota fissa sulle ricette con prestazioni superiori ai 10 euro andrà, sempre a seconda del reddito, dai 5 ai 15 euro. Restano valide le attuali esenzioni da ticket, le stesse della farmaceutica a cui si aggiungono quelle per le donne in gravidanza.


Riproduzione riservata © 2018 TRC