in:

Via libera alla variante urbanistica che consentirà di costruire più di 1100 nuovi alloggi, ma anche l’impegno a continuare il confronto con i cittadini. E’ questa la decisione assunta ieri dal Consiglio comunale di Modena tra le proteste di comitati e opposizioni.

600 nuovi alloggi Peep, 561 abitazioni di iniziativa privata e l’ampliamento degli stabilimenti produttivi di nove imprese. La tanto discussa variante al Poc ha avuto, ieri sera, il via libera del Consiglio comunale di Modena, ma non sono mancati i colpi di scena. A cominciare dall’astensione di Sinistra per Modena, l’unica altra forza di maggioranza presente in consiglio, mentre le opposizioni hanno lasciato l’aula per protesta. Prima del voto, era stata respinta la richiesta di rinvio del consigliere di Modena 5 stelle, Vittorio Ballestrazzi, che mirava a consentire la raccolta delle firme necessarie per chiedere un’istruttoria pubblica. Dei 600 alloggi Peep, 100 derivano dallo sblocco degli interventi di via Negrelli e 500 sono relativi a un nuovo piano straordinario che prevede per il 40% appartamenti in affitto a canone agevolato. 68 sono invece state le richieste accolte di privati e imprese che chiedevano di intervenire sulle rispettive proprietà. Per l’amministrazione comunale “Questo piano casa straordinario è l’unica possibile risposta concreta al bisogno molto sentito di abitazioni a prezzi e canoni calmierati”. Fortissime, invece, le critiche delle opposizioni e dei comitati contrari agli interventi previsti, soprattutto in via Cannizzaro e all’ex Campo Cesana, secondo cui la variante non è stata sufficientemente discussa e presenta forti criticità ambientali. Confronto che la Giunta dovrà, comunque, continuare anche dopo il voto di ieri, i consiglieri del Pd, stavolta con il voto favorevole di Sinistra per Modena, hanno infatti approvato un ordine del giorno specifico per quanto riguarda i due interventi più discussi. Respinti invece gli ordini del giorno di Lega nord e Modena 5 stelle che chiedevano di stralciare dalle aree di intervento quelle di via Cannizzaro, via Sghedoni, via San Cataldo e Campo Cesana.


Riproduzione riservata © 2017 TRC