in:

Pd in piazza, lunedì alle 16 a Bologna, per chiedere più risorse per gli enti locali. Una protesta, secondo il segretario regionale del Pd Stefano Bonaccini, che svela l’inganno della Lega Nord di Governo

Il Partito democratico chiama in piazza sindaci e amministratori per chiedere al Governo un’accelerazione sul federalismo fiscale, la restituzione ai Comuni di quanto per l’abolizione dell’Ici sulla prima casa e, soprattutto, la modifica del patto di stabilità. In Emilia Romagna, la manifestazione si svolgerà lunedì alle 16 in Piazza Nettuno a Bologna con la partecipazione di Pierluigi Bersani. “Una protesta – ci spiega il segretario regionale del Pd Stefano Bonaccini – che serve anche a svelare l’inganno della Lega Nord che dice di difendere il nord, ma a Roma vota misure che vanno nella direzione opposta”. Nel mirino di Bonaccini, i milioni di euro stanziati per ripianare i debiti di Palermo e Catania, i due comuni vicini alla bancarotta salvati dall’intervento statale. Ma ancora di più il patto di stabilità che impedisce ai Comuni di fare le opere pubbliche, creando posti di lavoro e dando ossigeno alle imprese del territorio che nella maggior parte dei casi si aggiudicano gli appalti. "Non vogliamo – attacca Bonaccini – aumentare il debito pubblico, ma consentire agli enti locali virtuosi di investire e non tenere i soldi nel cassetto. Soldi, peraltro, che non arrivano da Roma, ma che rappresentano le tasse pagate dai cittadini dell’Emilia Romagna per avere più servizi".


Riproduzione riservata © 2017 TRC