in:

Riparte il lavoro della Conferenza delle elette, che si è ufficialmente insediata ieri per il nuovo mandato. Questa volta l’obiettivo principale una distribuzione più omogenea delle donne nelle giunte comunali.

A Campogalliano e Novi, in giunta, le donne sono quattro su sei, e comprendono sindaco e vicesindaco, ma a Finale Emilia di assessori in rosa ce n’è solo uno, a Frassinoro nessuno. Del resto, ancora, nel modenese sono solo 20 su 47 i comuni che nel loro statuto prevedono una rappresentanza di genere non inferiore a un terzo. Su questo, principalmente, dovrà lavorare la Conferenza delle elette, 336 le componenti, 66 in più dello scorso mandato, che ha ufficialmente dato il via al nuovo lavoro. Sono 94 in tutto le donne presenti in giunte comunali o della Provincia, in tutto un terzo del totale ma distribuite non in modo omogeneo. Per questo la Conferenza, che ha anche eletto il comitato esecutivo, si ripropone un confronto politico trasversale che porti a una democrazia effettiva nella società.


Riproduzione riservata © 2017 TRC