in:

I grillini di Modena sono sul piede di guerra per l’esclusione di Sandra Poppi dalla Regione. Vittorio Ballestrazzi punta il dito su Giovanni Favia e parla di “grave ingiustizia elettorale”.

Anche gli amici di Beppe Grillo litigano per un posto in Regione. E’ guerra all’interno del Movimento a 5 stelle che fa capo, appunto, al comico genovese. Dopo la decisione di nominare come secondo consigliere regionale il bolognese Andrea De Franceschi, il consigliere comunale di Modena Vittorio Ballestrazzi parla di “una grave ingiustizia elettorale”. Le elezioni regionali hanno rappresentato una vittoria per il movimento che si è aggiudicato la possibilità di avere ben due consiglieri. Il candidato alla presidenza Giovanni Favia, capolista sia a Modena che a Bologna, ha avuto più preferenze di tutti i grillini ed è entrato direttamente nel parlamentino di viale Aldo Moro. Nella provincia di Modena la lista ha ottenuto quasi 19mila voti, pari al 5,5 % . Seconda provincia in Emilia Romagna come numero di voti, Modena si aspettava la nomina di Sandra Poppi come naturale conseguenza della scelta dei cittadini. Così non è andata e a decidere sono state le “secondarie”. Hanno votato tutti i candidati alle elezioni, quaranta attivisti: la maggioranza ha espresso la preferenza per De Franceschi. Modena resta così a bocca asciutta e, senza giri di parole, Ballestrazzi scrive direttamente a Beppe Grillo, accusando Favia di aver voluto dare un posto in Regione ad un “amico e portaborse” entrato – sempre stando a ciò che dice Ballestrazzi – solo nello scorso luglio nel movimento. Parole infuocate sono volate al telefono tra lo stesso Ballestrazzi e Giovanni Favia.


Riproduzione riservata © 2016 TRC