in:

Soddisfatta per il risultato delle elezioni regionali Modena a 5 stelle. Sandra Poppi attende. E ancora reazioni sulla pillola abortiva.

Soddisfazione per i consensi ottenuti e congratulazioni al candidato governatore Giovanni Favia risultato il più votato sia in provincia che in città: il movimento 5 stelle della provincia di Modena tira le somme del buon risultato raggiunto alle regionali, di certo superiore alle aspettative della vigilia. Quanto alla vicenda Sandra Poppi, la sezione modenese del movimento si mostra ottimista. Com’è noto, Favia è stato eletto in due collegi, quello bolognese dove ha ottenuto il maggior numero di preferenze e quello di Modena. Ora dovrà optare per quale scegliere: se deciderà per la nostra provincia, aprirà la strada all’ingresso in consiglio di Andrea De Franceschi, bolognese, che però vanta meno preferenze personali di quelle raccolte dalla prima dei non eletti a Modena, Sandra Poppi. “Siamo certi – dicono dal movimento modenese – che la scelta di collegio da parte di Favia sarà motivata da un interesse di portata regionale e non localistica e sarà fonte di proficuo lavoro da parte dei consiglieri eletti in Consiglio regionale”. Pillola abortiva, reazioni“Pretendere di sostituirsi alle donne nella scelta del trattamento a cui sottoporsi in caso di aborto è una gravissima violazione dei diritti che devono essere garantiti a prescindere dalla regione in cui si risiede”. Oggi è Marcella Nordi, assessore alle Pari opportunità del Comune di Modena a intervenire nel dibattito sulla pillola abortiva Ru 486, dichiarandosi “profondamente indignata”, come donna e come medico dopo le dichiarazioni dei governatori leghisti di Veneto e Piemonte. “L’aborto è sicuramente una vicenda dolorosa, una scelta difficile – conclude Marcella Nordi – ma è la donna che deve poter scegliere, non la politica”.


Riproduzione riservata © 2016 TRC