in:

“Il Movimento 5 stelle di Modena merita di avere una propria rappresentante in Regione”. Lo sostiene il consigliere comunale dei grillini, Vittorio Ballestrazzi, che invita Giovanni Favia a scegliere il seggio conquistato a Bologna.

Soddisfatto per l’ottimo risultato elettorale, che darà forza anche in città alle istanze presentate dal Movimento 5 stelle, ma anche preoccupato per l’incognita che ancora non consente a Sandra Poppi di festeggiare l’ingresso in consiglio regionale. Vittorio Ballestrazzi, consigliere comunale dei grillini, si augura però che Giovanni Favia, eletto per il Movimento 5 stelle sia a Modena sia a Bologna, opti per il suo territorio di riferimento, dove peraltro ha conquistato oltre 9mila preferenze. In attesa dell’assemblea in cui i grillini scioglieranno il primo nodo politico del loro movimento, Ballestrazzi è però già proiettato alle sfide che lo attendono in consiglio comunale a cominciare dalla richiesta di modifica del Poc, il piano operativo dell’urbanistica, attraverso un’istruttoria pubblica. “A riprova – dice – che la nostra è tutt’altro che antipolitica. Sandra Poppi, seconda a Modena con 717 preferenze, ringrazia gli elettori e gli amici del Comitato salute ambiente che l’hanno sostenuta. E in vista del possibile approdo in Regione fissa già i primi obiettivi. Leoni, PdlTra coloro che sono sospesi anche Andrea Leoni del Pdl, ma Isabella Bertolini assicura che Anna Maria Bernini sceglierà il parlamento. E a Giovanardi dice: “In autunno eleggeremo i vertici del partito, ma ora i rapporti di forza sono chiari”. Nessun dubbio: Andrea Leoni andrà in Regione. Isabella Bertolini, coordinatrice provinciale del Pdl, appare tranquilla e non dà credito alle voci che vorrebbero una richiesta dello stesso Berlusconi alla Bernini di restare in Regione per poi candidarsi a Sindaco di Bologna. Piuttosto, la Bertolini sottolinea come il Pdl abbia resistito all’avanzata della Lega. Poi la risposta a Giovanardi che ieri aveva chiesto di eleggere i vertici del partito: “In autunno – dice – ci sarà il congresso ma ora i rapporti di forza sono chiari”. Anche se, l’auspicio della parlamentare, è che nel Pdl si superi la logica delle vecchie provenienze, anche nei confronti degli ex An che hanno vinto la sfida delle preferenze con gli ex di Forza Italia.


Riproduzione riservata © 2016 TRC