in:

Continua la campagna elettorale in vista delle regionali. Oggi Errani a Modena. Poi Anna Maria Bonacini del Popolo della Libertà ha presentato questa mattina la sua candidatura. E da Rifondazione comunista critiche al governo.

Ha presentato la sua candidatura tra le fila del Pdl per le prossime elezioni regionali Anna Maria Bonacini, capogruppo del Popolo della Libertà in Circoscrizione 4 a Modena e componenete del comitato esecutivo della Conferenza delle Elette provinciale. L’introduzione di un coefficiente correttivo a misura di famiglia che consenta di rendere omogenee le tariffe, un accordo con le Asl per convenzioni con strutture private e più borse di studio per gli studenti universitari sono alcuni dei punti del suo programma. Errani a Modena"Noi non vogliamo vincere a tavolino, ma un provvedimento in corso d’opera che adatta le regole a un problema specifico è un grave errore”: il candidato Pd a presidente della Regione Vasco Errani, questa mattina a Carpi per partecipare all’assemblea della Cmb, ha definito così il decreto legislativo “salva liste del Pdl” varato ieri sera dal Consiglio dei ministri. Rc: critiche al governoIl consiglio dei ministri ha approvato ieri sera il decreto interpretativo che dovrebbe risolvere il problema delle liste rimaste escluse in vista delle prossime elezioni regionali. Il testo prevede una rilettura della norma esistente in modo che la documentazione possa essere verificata anche in un secondo momento rispetto al limite. Il decreto, fimato dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, entra in vigore già in occasione delle prossime regionali. Il dl, che di fatto salva la candidatura della Polverini in Lazio e di Formigoni in Lombardia, ha scatenato critiche da parte di tutta l’opposizione e questa mattina sul tema è intervenuto anche il segretario regionale di Rifondazione Comunista Nando Mainardi, a Modena per presentare i contenuti programmatici a sostegno della candidatura di Vasco Errani alla presidenza della regione Emilia Romagna. Acqua, lavoro, scuola e ambiente sono i temi principali su cui punta la Federazione della Sinistra per conquistare la fiducia degli elettori al voto il prossimo 28 e 29 marzo. Al fianco di Mainardi oggi c’erano i sei candidati modenesi.


Riproduzione riservata © 2016 TRC