in:

Da giorni i loro volti capeggiano sui manifesti elettorali più grandi, ma stamattina i tre rivali in seno al Pdl modenese, Leoni, Aimi e Lenzini si sono ritrovati fianco a fianco per la presentazione ufficiale.

“Ogni voto conquistato dai singoli candidati, è un voto per il Pdl” così salomonicamente Isabella Bertolini ha messo a tacere chi le faceva notare come lo scontro interno al Popolo della libertà sia molto acceso. Merito delle preferenze che danno agli elettori la possibilità di scegliere e così da giorni tra i due capolista e consiglieri regionali uscenti, Aimi e Leoni, e il vice coordinatore regionale Lenzini, nel Pdl modenese è caccia all’ultima preferenza. Ma stamattina per la presentazione ufficiale, i grandi rivali hanno deposto, o nascosto, le armi e la coordinatrice provinciale Isabella Bertolini ha potuto presentare anche gli altri candidati: Gabriella Baldessari, Anna Maria Bonacini e Lia Gabrielli e l’ex presidente della provincia, Giorgio Baldini, al numero due del listino di Anna Maria Bernini. Emilia Romagna, 4 candidati alla presidenzaChiusi i termini per la presentazione delle liste, in Emilia Romagna è ormai chiara la situazione in vista delle elezioni regionali del 28 e 29 marzo. A contendersi la poltrona di governatore della Regione saranno quattro candidati. Si tratta di Vasco Errani, sostenuto da Pd, Italia dei valori, Federazione della sinistra e Sinistra, ecologia e libertà; Anna Maria Bernini, sostenuta da Pdl e Lega Nord; Gianluca Galletti, sostenuto dall’Udc e Giovanni Favia sostenuto dal Movimento 5 stelle che fa riferimento a Beppe Grillo. Non sono riusciti a raccogliere le firme necessarie in tutte le province e quindi non saranno presenti con proprie liste alla competizione i Radicali, La Destra e il Partito comunista dei lavoratori.


Riproduzione riservata © 2016 TRC