in:

Modena potrebbe avere otto consiglieri regionali, due in più rispetto ai sei che saranno eletti nel collegio provinciale. Con Bonaccini, infatti, nel listino di Errani, dovrebbe trovare posto anche la socialista Nordi.

Modena si prepara a contare di più nella prossima Assemblea legislativa regionale. Accanto ai sei consiglieri che usciranno dalle liste che si presenteranno nel collegio provinciale, indipendentemente dall’esito elettorale, in caso di vittoria di Vasco Errani e della coalizione di centrosinistra che lo sostiene, ci sarebbe un posto anche per il segretario regionale del Pd, Stefano Bonaccini, e per l’assessore al personale del Comune di Modena, Marcella Nordi. La legge elettorale dell’Emilia Romagna prevede infatti che, come premio di maggioranza, il presidente porti con sé nove consiglieri, inseriti in quello che appunto viene definito il “listino del presidente”. Listino di cui farà sicuramente parte Stefano Bonaccini, ma in cui ha buone chance di entrare anche la socialista Marcella Nordi.L’intesa tra Psi e Partito democratico, che consentirebbe alla Nordi di approdare all’ Assemblea legislativa regionale, prevede l’inserimento di candidati del Partito socialista nelle liste del Pd. “Ma non è un’annessione – chiarisce Giovanni Franco Orlando – Piuttosto il modo di testimoniare l’apprezzamento dei socialisti per il buon governo di Errani in questi anni”.


Riproduzione riservata © 2016 TRC