in:

Graziano Pattuzzi lascia il consiglio comunale di Sassuolo. L’ex Sindaco ha rassegnato le dimissioni, ma resterà nella direzione provinciale del Pd: “Ho preso questa decisione per consentire al partito di entrare nel futuro”. Questo il suo primo commento.

Rivoluzione nel Pd di Sassuolo. Dopo anni di divisioni, anche laceranti, basti pensare alla vicenda dell’ex segretario Ciro Pecoraro, i democratici sassolesi ripartono all’insegna dell’unità. Domani, l’assemblea cittadina eleggerà alla guida del partito Sonia Pistoni, unica candidata in corsa. Una svolta che segue la sconfitta elettorale di Pattuzzi. E proprio stamattina, l’ex Sindaco ha annunciato le sue dimissioni da capogruppo e dal consiglio comunale: una decisione – ha spiegato – per consentire al Pd di Sassuolo di guardare avanti, di iniziare a programmare la riconquista della città. Al suo posto subentrerà in consiglio comunale Sergio Basile dell’Italia dei valori. Un addio che non significa per l’ex Sindaco disimpegno dalla politica attiva. Pattuzzi resterà nella direzione cittadina e in quella provinciale del Pd. Non a caso, stamattina al suo fianco, nel giorno dell’annuncio c’erano i due segretari in pectore del partito. E nel giorno dell’addio, Pattuzzi non ha risparmiato critiche al suo successore Luca Caselli accusato di essere succube dell’oltranzismo della Lega Nord e incapace di mettere in campo politiche in grado di rispondere ai bisogni reali della città, a cominciare dalla grave crisi economica.


Riproduzione riservata © 2016 TRC