in:

Le primarie del Partito democratico hanno consegnato il loro risultato: Pierluigi Bersani è il nuovo leader nazionale del partito. Il modenese Stefano Bonaccini guiderà il partito a livello regionale.

Pierluigi Bersani è il nuovo segretario nazionale del Partito democratico, il modenese Stefano Bonaccini è il nuovo segretario regionale. Le primarie del Partito democratico hanno sancito la nuova leadership del partito. Un risultato che, nonostante qualcuno alla vigilia avesse agitato lo spauracchio del ballottaggio, non ha di fatto sconfessato quello che era stato il pronunciamento degli iscritti del partito. Bersani ha staccato il suo diretto contendente Franceschini e anche Marino. A Modena il consenso per Bersani si aggira sul 57%, quello per Franceschini attorno al 31%, mentre Ignazio Marino conquista un buon 11%. Il vero risultato inaspettato è stato però certamente quello relativo all’affluenza: solo qualche giorno fa, gli organizzatori speravano in 2 milioni di persone al voto e già quello veniva considerato un obiettivo di grandissimo valore. Secondo il responsabile della Commissione nazionale per le primarie Maurizio Migliavacca l’affluenza, a livello nazionale, invece, ha superato quota 2 milioni e mezzo. A Modena hanno votato nei 135 seggi allestiti tra la città e la provincia poco più di 65mila persone. Oltre 20mila nel solo comune di Modena.  "Uno straordinario dato di partecipazione che conferma la fiducia che centinaia di migliaia di persone in questa regione riservano al Partito democratico” – ha commentato il neo segretario regionale Stefano Bonaccini, che conclude: “Questo, prima ancora che degli esiti degli scrutini, è elemento di profondo valore. Ora toccherà a noi capitalizzare questa rinnovata fiducia". Di risultato straordinario parla anche la senatrice Mariangela Bastico, la diretta contendente di Bonaccini alla poltrona di segretario regionale del partito. Sia chi ha perso che chi ha vinto giudica di grande auspicio per il futuro immediato del partito la grande prova di democrazia andata in scena in questa domenica di ottobre. E certo le sfide difficile non mancheranno, a cominciare dal primo grande ostacolo: le regionale di primavera.  


Riproduzione riservata © 2018 TRC