in:

L’affare “gas Rivara” riaccende lo scontro nel Pdl modenese tra Carlo Giovanardi e Isabella Bertolini. Oggi il sottosegretario ha ribadito che il progetto di stoccaggio è di “elevato interesse nazionale”.

Carlo Giovanardi e Isabella Bertolini, leader indiscussi del centrodestra modenese, sono di nuovo ai ferri corti. A riaprire la contesa per la supremazia nel Pdl, che dura da anni, la questione Rivara. E anche questo non è una novità. Il senatore Giovanardi, infatti, oggi con una nota stampa ha ribadito che la posizione ufficiale del Pdl e del Governo è quella formalizzata dal ministro Stefania Prestigiacomo, in risposta ad un’interrogazione dei senatori del Pd, Barbolini e Bastico. Era il 4 giugno e il ministro all’ambiente chiarì che “il Governo valuta con interesse tutti i progetti di stoccaggio, compreso quello di Rivara, strutture indispensabili al contenimento dei prezzi dell’energia per le famiglie e le imprese”. Opera – specifica Giovanardi nella nota – di “elevato interesse nazionale, che però potrà essere realizzata solo in caso di esito positivo della Via”. Valutazione di impatto ambientale riaperta dopo che Erg Rivara Storage ha presentato le osservazioni al progetto. Una posizione, questa di Giovanardi, lontana anni luce a quella di Isabella Bertolini che proprio ieri ha ribadito che il Pdl resta contrario al deposito. Ma certo i messaggi che arrivano da Roma vanno in tutt’altra direzione e creano frizioni anche con la Lega Nord, come rileva il segretario di Rifondazione, Stefano Lugli, che ribadisce il no “tecnico e politico” del suo partito all’opera.


Riproduzione riservata © 2016 TRC