in:

Il pd ha parlato di sicurezza, il Pdl si è fatto portavoce delle lamentele degli inquilini Acer; Rifondazione ha affrontato il tema della legge 194 e del testamento biologico.

Contrasto della criminalità, controllo del territorio, poteri dei sindaci, compiti della polizia municipale, governo dell’immigrazione, politiche urbanistiche. Sono i temi chiave della questione sicurezza sui quali il Partito democratico ha elaborato una proposta in 10 punti. Il decalogo è stato presentato in mattinata presso il caffé all’aperto dei giardini ducali.Il Pdl su casa e Acer Il principio in sé è condivisibile, quello che contestiamo è il modo in cui è attuato, perchè crea discriminazioni tra i diversi nuclei famigliari”: Michele Barcaiuolo, presidente regionale dei giovani del Pdl, si fa portavoce delle lamentele di alcuni inquilini Acer. Secondo il regolamento dell’ex Istituto case popolari, nel caso in cui un nucleo famigliare diminuisca i suoi componenti deve lasciare l’alloggio per trasferirsi in uno più piccolo. Solo che, hanno raccontato Barcaiuolo e Aimi, in decine di casi è capitato che persone che, magari avevano subito un lutto da poco tempo, dovessero traslocare in tutta fretta, mentre altri che, magari si trovano da anni nella nuova situazione, hanno potuto rimanere nel loro alloggio, in un posto dove, nel tempo, avevano creato anche una rete di amicizie e mutuo aiuto, così importante soprattutto in caso si tratti di anziani. Prc sul testamento biologico e legge 194 No all’associazionismo cattolico nei consultori. Sì invece al riconoscimento delle coppie di fatto, all’istituzione del registro comunale del testamento biologico e al diritto delle donne ad abortire. Un richiamo forte alla laicità delle istituzioni è giunto dai candidati di Rifondazione comunista che questa mattina hanno organizzato un incontro elettorale davanti al consultorio di viale Molza.


Riproduzione riservata © 2016 TRC