in:

Continua la presentazione di candidati: a Formigine Donata Clerici per Rifondazione comunista e Silvana Giordano appoggiata dalla lista “Socialisti e democratici di Formigine”. E per Mirandola Lorenzo Bergamini, Pdl.

“Nonostante il buon lavoro svolto sinora in giunta, non è stato possibile individuare un programma condiviso e partecipato, per questo motivo Rifondazione Comunista presenta un proprio candidato per la poltrona di sindaco del comune di Formigine”. Così il segretario provinciale del partito Stefano Lugli nel presentare la candidatura di Donata Clerici, insegnante e per cinque anni assessore alla cultura nella squadra guidata dal sindaco uscente Franco Richeldi. Più attenzione al mondo giovanile, una più incisiva azione delle istituzioni in termini di occupazione e crisi economica e ricerca della qualità urbana tra le priorità individuate.Conoscere, capire, condividere e costruire è invece lo slogan scelto dalla lista “Socialisti e democratici per Formigine” che sostiene la candidatura a sindaco dell’avvocato Silvana Giordano. Tra le priorità il tema della sicurezza, con l’introduzione del vigile di prossimità, l’istituzione del consiglio comunale dei ragazzi e corsi di educazione civica per i giovani con l’obiettivo di educarli alla legalità e alla convivenza civile. Una squadra unita e forte per portare Mirandola al ballottaggio. Bergamini per Mirandola Non ha usato mezze parole, questa mattina, il consigliere regionale Andrea Leoni nel presentare il candidato a sindaco per Mirandola di Pdl e Lega Nord Lorenzo Bergamini. "Il nome del nuovo primo cittadino – ha detto – non lo scopriremo il 7 giugno, ma il 21". Portare la città al ballottaggio: è dunque questo lo scopo del candidato del centrodestra. "Mirandola merita di più ha spiegato Bergamini – è giunto il momento di cambiare colore". Da 15 anni in consiglio comunale, già candidato nelle precedenti amministrative, Lorenzo Bergamini ha spiegato come Mirandola debba tornare ad essere il centro propulsivo dell’area nord, dopo essere stata la città delle occasioni e dei servizi perduti e dopo avere assistito al lento ma inesorabile smantellamento dell’ospedale. Ed è proprio la difesa dell’ospedale cittadino uno degli obiettivi della lista che vede a capo il giovane giornalista Antonio Platis.


Riproduzione riservata © 2016 TRC