in:

“Se fossi una banca ti avrebbero già salvato”, questo lo slogan che ha portato Rifondazione comunista in centro a Modena: un volantinaggio per chiedere che le istituzioni si attivino a tutela dei lavoratori colpiti dalla crisi.

Tariffe ridotte per le famiglie che soffrono a causa della crisi economica, modelli Isee che attestino la situazione reddituale mese per mese, Centri per l’impiego impegnati a garantire il rientro lavorativo di chi viene lasciato a casa. Sono queste alcune delle richieste di Rifondazione comunista che si rivolge alle istituzioni perchè non salvaguardino solo le imprese ma anche i lavoratori. Rifondazione chiede anche interventi a sostegno di chi paga un mutuo – appellandosi alle banche perchè aderiscano al progetto di sostensione della rata in caso di cassa integrazione – e degli affitti. La carovana dell’UdiApproderà la prossima settimana nel modenese la “staffetta di donne contro la violenza sulle donne” organizzata dall’Udi. L’anfora, simbolo della manifestazione, viene accompagnata per le strade delle città attraversate da coppie di donne: soste sono previste nei municipi di Modena e Carpi, presso la sede dell’amministrazione provinciale, nelle scuole, all’Università, alla Camera di commercio. La staffetta è partita nel mese di novembre da Niscemi, in Sicilia, dove un anno e mezzo fa una giovane era stata violentata e uccisa da tre compagni di classe e arriverà a Brescia in novembre dove una giovane pakistana fu uccisa da membri della sua stessa famiglia. Trc-Telemodena ha preparato uno speciale sulla manifestazione che andrà in onda questa sera alle 23.20 e in replica domani alle 13.00 e venerdì alle 20.15.


Riproduzione riservata © 2016 TRC