in:

Estendere la raccolta differenziata porta a porta in tutta la città. E’ l’obiettivo della Sinistra per Modena che stamattina ha dato vita ad un presidio davanti alla stazione ecologica di via Nobili. Studenti universitari improvvisatisi agricoltori in via Campi.

Un estintore per spegnere le due linee più vecchie dell’inceneritore e un gioco di memoria, realizzato dai bambini con materiali di riciclo, per insegnare a tutti come si fa la raccolta differenziata. Pensa all’ambiente la Sinistra per Modena che stamattina ha presentato le proprie proposte per la gestione dei rifiuti davanti alla stazione ecologica di via Nobili. La lista, pur sostenendo il Sindaco Pighi, punta a superare la raccolta dei rifiuti stradale per puntare sul porta a porta in tutta la città, anche alla luce dei buoni risultati conseguiti da Hera ad Albareto e da Aimag a Carpi. Limoni davanti all’Università Universitari modenesi difendete i vostri diritti. E’ questo il messaggio che i giovani di Sinistra studentesca, organizzazione vicina al Pd, hanno voluto lanciare stamattina piantando limoni di fronte alla biblioteca di via Campi. “Un albero – ci hanno detto – va curato, altrimenti muore. Lo stesso vale per il diritto allo studio: senza soldi le università per esistere devono aumentare le tasse a carico degli studenti e in tanti rischiano di non farcela”. Un’iniziativa che trae spunto dalle preoccupazioni espresse dallo stesso rettore Aldo Tomasi durante la cerimonia di apertura dell’anno accademico che disse “Se nulla cambia, dal 2010, per pagare gli stipendi si dovranno aumentare le tasse”.


Riproduzione riservata © 2016 TRC