in:

Sono 5 i modenesi che sognano di conquistare un seggio al Parlamento europeo. 14 le liste che gli elettori potranno votare il 6 e 7 giugno per la circoscrizione nord-est, 13 i candidati da eleggere.

Quello con più chance è Luciano Vecchi del Pd, per la forza elettorale del partito nella circoscrizione nord-est e per l’esperienza maturata nelle due precedenti legislature europee, dal 1989 al ’99. Ma Vecchi non sarà l’unico che proverà a riportare Modena in Europa, dove per ultimo sedette sino al 2004, il compianto Renzo Imbeni. Con chance di farcela c’è anche il leghista Enzo Bortolotti, nato in città 52 anni fa, ma politicamente attivo in Friuli, dove è sindaco di Azzano Decimo, comune in Provincia di Pordenone. Originario di Pavullo è invece Gianfranco Rivellini, candidato per i Liberal democratici. Modenese doc è anche l’avvocato di cassazione Ugo Bertaglia, leader regionale di Forza Nuova, il raggruppamento di estrema destra capeggiato da Roberto Fiore. Ma la vera novità di questa tornata elettorale, è rappresentata da Alessandro Borghetti, giovane sassolese 25enne. Borghetti, che studia ingegneria informatica all’università di Modena, candidato per l’Italia dei Valori di Di Pietro, è il più giovane tra i 176 aspiranti parlamentari europei del nord-est. 14 le liste ammesse nella circoscrizione nord-est, in ordine di sorteggio, Liberal democratici, Partito comunista dei lavoratori, Lega nord, Sinistra e libertà, Rifondazione e Comunisti italiani, Movimento sociale Fiamma tricolore, Popolo della libertà, Lista Marco Pannella, Udc e Democratici di centro, Italia dei valori, Forza nuova, Partito democratico, Svp, L’autonomia pensionati. 13 i candidati che saranno eletti nella circoscrizione nord-est sui 785 complessivi che formano il Parlamento europeo. 78 in tutto, gli italiani. Intanto domani saranno ufficialmente indetti i referendum popolari del 21 e 22 giugno. Per presentare liste e candidature per le elezioni amministrative, invece, c’è tempo sino alle 12 di sabato prossimo. Tappa modenese, questa mattina, per il Presidente della Regione Puglia e candidato alle Europee per la lista Sinistra e Libertà Nichi Vendola, che presso la sede dell’Arci Provinciale ha incontrato i candidati delle liste della Sinistra. Una Sinistra di popolo, unita, moderna e concreta, che riporti il lavoro ed i suoi diritti al centro del dibattito e che combatta davvero la precarietà e le camorre. "Abbiamo l’occasione di tornare a essere forti e presenti – ha detto ancora Vendola – questa volta non per coltivare il nostro amato semi deserto orticello, ma per riprovare a costruire la sinistra, il seme buono"…..


Riproduzione riservata © 2016 TRC