in:

Un’idea di comunità coesa e partecipata, al cui sviluppo tutti sono chiamati a contribuire: è questo il messaggio che traspare dalla lista civica di centro sinistra Democratici per Medolla, guidata dal giovane candidato a sindaco Filippo Molinari

L’obiettivo è stato sin dall’inizio un reale allargamento alla cosiddetta società civile. E la costruzione della lista civica di centro-sinistra "Democratici per Medolla", guidata dal candidato sindaco Filippo Molinari, ha rispecchiato in pieno questo desiderio di rappresentare pezzi importanti della comunità. 7 sono infatti i rappresentanti delle forze attive del paese, con un importante bagaglio di esperienze, competenze e sensibilità diverse, segno di un vero rinnovamento, pur conservando un minimo di continuità con la precedente amministrazione, grazie alla presenza in lista del vicesindaco uscente e di 4 consiglieri di maggioranza. Diversi gli ambiti nei quali si articola la proposta programmatica.Nuovi candidati a Formigine e SassuoloRifondazione comunista si chiama fuori dalla giunta di centro-sinistra anche a Formigine. Alle amministrative di giugno, infatti, correrà con un proprio autonomo candidato a sindaco, l’attuale assessore alla cultura della giunta Richeldi Donatella Clerici. “E’ responsabilità del sindaco uscente – si legge in una nota di Rifondazione – che ha deliberatamente deciso di escluderci dal governo del territorio senza neanche ascoltare le nostre proposte programmatiche, ritenere che si possa governare Formigine senza il contributo di Rifondazione comunista”.E a Sassuolo, invece, sempre in vista delle amministrative, scende in campo Ivano Piccinini del movimento “Conto anch’io”. Con lo slogan “Non ci sono cose di destra e di sinistra: ci sono solo cose da fare…”, Piccinini si candida alla poltrona di primo cittadino alla testa di una lista civica che avrà il nome del suo stesso movimento “Conto anch’io a Sassuolo”.      


Riproduzione riservata © 2016 TRC