in:

C’è l’accordo nel centro-sinistra modenese in vista delle amministrative di giugno: rientra la protesta dell’Italia dei valori.

La presenza di Silvana Mura, referente nazionale per l’Italia dei valori, ha sbloccato la situazione: ieri, a tarda serata, dopo un incontro tra il sindaco Pighi, i tre consiglieri del gruppo Rossi, Fraulini e Massamba, e appunto la referente nazionale del gruppo di Di Pietro, si è raggiunto l’accordo con l’Italia dei valori in vista delle amministrative di giugno. Quando il discorso è entrato nel merito dei programmi – hanno commentato sia la Mura che Pighi – la comunanza degli obiettivi è risultata chiara. Il centro-sinistra, quindi, a Modena, ritrova la sua compattezza e si allontana, almeno sulla carta, la concreta possibilità che il centro-destra riesca ad andare al ballottaggio nel capoluogo. Nei giorni scorsi, Pighi aveva ribadito la propria disponibilità a confrontarsi sui contenuti, ma la nomina dei singoli assessori, per legge, rimane di sua stretta competenza. Il veto quindi su Sitta sembra essere caduto, mentre i tempi su alcuni dei progetti più contestati, come quello sull’area ex Amcm, sembrano essersi allungati.


Riproduzione riservata © 2016 TRC