in:

E’ polemica sulle statue romane che Berlusconi vuole portare nelle sue stanze di Palazzo Chigi. “Un vezzo napoleonico” lo ha bollato l’onorevole Ghizzoni, che ha denunciato il caso.

I principali quotidiani nazionali oggi parlano tutti di lei, della parlamentare del Pd Manuela Ghizzoni, capogruppo della commissione cultura alla Camera, che, per prima, ha sollevato il caso dello spostamento di opere d’arte pubbliche richiesto e ottenuto dal presidente del Consiglio Berlusconi per abbellire i propri uffici di Palazzo Chigi. Non si tratta di dipinti, ma di almeno tre sculture marmore risalenti all’età imperiale, tra cui un gruppo con Marte e Venere custodito presso il museo delle Terme di Diocleziano. Opere attualmente non esposte al pubblico per carenza di fondi, ma che sono comunque parte integrante della collezione archeologica del museo. Nell’interrogazione presentata alla Camera, Ghizzoni ha bocciato come “profondamente sbagliata” la scelta del Premier, definendola un “vezzo napoleonico”.


Riproduzione riservata © 2016 TRC