in:

Aumenta quasi del 2% la Tariffa di Igiene Ambientale nel Comune di Modena. Lunedì la discussione in consiglio. Respinti altri tre ordini del giorno che chiedevano il blocco della Tia.

La Tariffa di Igiene Ambientale nel Comune di Modena aumenta dell’1.98% rispetto al 2008. E’ stato, infatti, approvato lunedì in Consiglio comunale il Piano Finanziario e delle Tariffe per il servizio di gestione dei rifiuti urbani. La delibera è passata con i voti favorevoli della maggioranza, contrari Verdi, Rifondazione Comunista e la minoranza. Il piano, che riguarda le attività di Hera, ha un importo pari a 25 milioni e 366mila euro, più Iva. Si è deciso, inoltre, di adottare forme di tutela per le famiglie in condizione di disagio economico e sociale, prevedendo a tale scopo nel Bilancio comunale una cifra di 150mila euro. “L’aumento della Tia previsto è inferiore al 2% – ha affermato l’assessore all’ambiente Giovanni Franco Orlando – e consentirà di rispondere ad esigenze di pulizia della città e di raccolta differenziata. Ad un contenuto aumento – ha poi aggiunto l’assessore – corrisponderà un miglioramento del servizio”. Insieme alla delibera, sono stati discussi in Consiglio anche quattro ordini del giorno relativi alla raccolta rifiuti ed alla gestione del rapporto con Hera Modena. Verdi e Rifondazione Comunista hanno chiesto il blocco della Tariffa di Igiene Ambientale per il 2009 e l’estensione della modalità di raccolta rifiuti porta a porta. Modena a Colori ha chiesto, invece il blocco della Tia per famiglie e imprese; mentre Forza Italia, oltre al blocco della Tariffa, ha richiesto la riduzione del 10% degli emolumenti per i componenti del Consiglio di Amministrazione di Hera. Tutti gli ordini del giorno sono stati respinti.


Riproduzione riservata © 2016 TRC