in:

 Superare le Unioni per dare vita a nuovi grandi Comuni, aggregando le amministrazioni più piccole. E’ la proposta che lancerà l’Udc a Sestola. 

 Facciamo il Comune del Cimone. L’idea è dell’Udc che la lancerà nel corso della Festa della neve, in programma a Sestola da domani a domenica, e che avrà il suo clou sabato pomeriggio, quando interverrà Pierferdinando Casini. Ma già venerdì alla presenza di di Rocco Buttiglione, l’Udc inizierà a discutere di federalismo, con la proposta, presentata stamattina e cui sarà dedicato uno specifico incontro sabato mattina alle 10, di superare le Unioni per dare vita a veri e propri nuovi Comuni, aggregando le amministrazioni più piccole. “E l’esempio – ha detto stamattina Paolo Ferrari coordinatore del partito per la zona del Cimone – dovrebbe venire proprio dall’Appennino modenese dove, chiusa la Comunità montana, Sestola, Fanano, Montecreto, Riolunato, Pievepelago e Fiumalbo dovrebbero dare vita ad un Comune unico”. Proposta, questa, destinata a far discutere e a risvegliare mai sopiti campanilismi. Gran finale della Festa della neve, domenica mattina, con le conclusioni del segretario nazionale Lorenzo Cesa, che confermerà la linea dell’Udc, al centro e alternativa a Pd e Pdl. Una scelta confermata anche a Modena, anche in caso di candidatura per il Popolo della libertà del rettore Pellacani. 


Riproduzione riservata © 2016 TRC