in:

Non aumentano tasse e tariffe e vengono potenziati interventi per famiglie in difficoltà e servizi sociali. Questo in sintesi quanto propone il bilancio 2009 per il Comune di Maranello.

Nessun aumento su tasse e tariffe, più investimenti nei servizi sociali e per le categorie più deboli e una serie di interventi specifici per le famiglie in difficoltà. Il consiglio comunale di Maranello ha approvato, nell’ultima seduta, il bilancio 2009, con i voti favorevoli del Partito Democratico, Rifondazione Comunista e Comunisti Italiani e quelli contrari di Forza Italia, UDC e Lista Etica e Partecipata Proviamo a Cambiare. La manovra ammonta a oltre 22 milioni di euro. “Non ci saranno aumenti nelle tariffe per i cittadini di Maranello”, ha affermato il sindaco Lucia Bursi. “Siamo in un momento di congiuntura internazionale difficilissima, con effetti negativi sul nostro tessuto produttivo e sulle famiglie e con un conseguente aumento dei bisogni sociali. Il nostro è un bilancio rigoroso sul fronte della spesa per non aumentare la pressione fiscale – ha aggiunto la Bursi – anche se per il nostro ente i margini di discrezionalità, che non riguardano le cosiddette spese fisse obbligatorie, sono contenuti. Pur a fronte di una sempre maggior richiesta quantitativa e qualitativa delle prestazioni in carico al Comune, abbiamo deciso di contenere le spese e di investire risorse su una serie di progetti per affrontare il disagio, come contributi, esoneri sulle rette, prestiti sull’onore”. Sulle politiche di bilancio è stato anche sottoscritto un protocollo d’intesa tra l’amministrazione comunale e i sindacati; mentre saranno molti gli interventi previsti per i lavori pubblici come l’ampliamento della Galleria Ferrari e la nuova biblioteca.


Riproduzione riservata © 2016 TRC