in:

Un bilancio pensato per sostenere le famiglie in difficoltà e le imprese del territorio, quello del Comune di Vignola per il 2009. Rette e tariffe ferme quindi, e investimenti importanti, a vantaggio dell’economia locale.

Non aumentano le rette per i servizi del Comune di Vignola nel 2009, nonostante la crescita dei costi di gestione. Ferme anche l’addizionale irpef e l’Ici ordinaria, per chi deve continuare a pagarla. E’ uno degli impegni dell’amministrazione per sostenere le famiglie in un momento di difficoltà, assieme al mantenimento di un elevato livello di investimenti, a beneficio dell’economia locale. Ben 10 milioni e 800mila euro, che si vanno a sommare ai 20 milioni di spesa corrente. “Nella situazione di crisi che si prospetta per l’anno prossimo – commenta il Sindaco, Roberto Adani – il Comune sta pensando anche a misure di sostegno straordinarie, come risorse aggiuntive per i buoni casa, per chi fatica a pagare le rate del mutuo, e uno strumento ad hoc per coloro che perdono il lavoro e non riescono a pagare rette e bollette, gestito dall’Unione Terre di Castelli”. Tra i progetti più importanti realizzati nel 2008, che arriveranno a compimento nel 2009, la Pedemontana nel tratto fino a Sant’Eusebio. Un’infrastruttura costata diversi milioni di euro, a partire dalla quale si snoderà la bretella di collegamento con la Vignolese e con il casello di Modena Sud. L’inaugurazione è prevista a gennaio. Nel 2009 taglio del nastro anche per il Nido al Poggio. Continuano poi i lavori per la realizzazione del nuovo teatro e per il recupero della Villa Comunale. Prosegue infine la riqualificazione di via Minghelli.


Riproduzione riservata © 2016 TRC