in:

Un seminario sulla riforma federalista, fiscale e costituzionale è stato organizzato per domani pomeriggio all’Aula Magna di Giurisprudenza di via Università a Modena.

Basare il costo dei servizi pubblici sul costo standard anziché sul costo storico, autofinanziamento degli enti locali, con la compartecipazione a tributi erariali e regionali, tasse di scopo per la realizzazione di opere pubbliche, istituzione del fondo perequativo per aiutare le regione più povere. Sono i punti salienti del disegno di legge delega sul federalismo fiscale che dovrebbe essere approvato in via definitiva in Parlamento entro la fine dell’anno e che secondo il ministro degli interni Roberto Maroni dovrebbe consentire risparmi di spesa pubblica di oltre 14 miliardi all’anno. Per spiegare cosa cambierà con la riforma federalista il Movimento dei giovani padani di Modena, in collaborazione con l’Ateneo di Modena e Reggio, ha organizzato per le 15 di domani, presso l’aula magna della facoltà di Giurisprudenza in via Università, un seminario di studio al quale prenderanno parte il senatore Massimo Garavaglia e la docente universitaria Erica Romani.


Riproduzione riservata © 2016 TRC