in:

Al parco Novi Sad, stamattina, si sono ritrovati oltre 2000 studenti modenesi per continuare la protesta contro il decreto Gelmini, diventato nel frattempo legge.

Il decreto Gelmini sulla scuola è ora legge: questa mattina, il Senato ha dato il via libera al provvedimento. Continuano però le proteste di studenti, insegnanti, personale Ata e anche delle famiglie. Oggi a Modena, al Novi Sad, si sono ritrovati i ragazzi di numerosi istituti superiori per discutere in modo critico i contenuti del provvedimento e preparare il corteo di domani, con ritrovo in Piazza Sant’Agostino alle 8e30. E sempre domani, un secondo corteo di studenti è in programma a Carpi. Raccoglierà anche docenti e genitori, tutti coloro, insomma, che rimangono contrari ai provvedimenti voluti dal Governo Berlusconi. Massiccia si annuncia anche la partecipazione modenese alla manifestazione di Roma, in concomitanza con lo sciopero nazionale indetto dalle sigle sindacali più rappresentative nel mondo della scuola: Cgil, Cisl e Uil, Snals e Gilda.


Riproduzione riservata © 2016 TRC