in:

La Regione finanzi i Comuni che si impegnano nella raccolta differenziata. La proposta è contenuta in un progetto di legge, presentato dal Pd, per aumentare ulteriormente la percentuale di rifiuti riciclabile.

La sfida è di quelle cruciali per la qualità ambientale di un territorio: aumentare la percentuale di rifiuti riciclabili, ridurre i conferimenti in discarica e l’incenerimento. A fissare gli obiettivi da conseguire, la stessa Unione Europea che prevede per il 2012 che il 65% dei rifiuti sia differenziato. 10% in più della quota fissata dal piano provinciale. E così, pur a fronte del costante aumetno della raccolta differenziata, passata in 12 anni in Emilia Romagna dall’11e7 al 40%, il Partito democratico ha elaborato un progetto di legge regionale per finanziare i Comuni che gestiscono al meglio raccolta e riciclo dei rifiuti. La proposta di legge prevede di costituire un fondo di 4 milioni, finanziato con la ecotassa pagata per il conferimento in discarica, a disposizione dei Comuni che promuovono servizi innovativi di raccolta, compreso il porta a porta. Un metodo che in città come Carpi sta dando risultati molto significativi con una percentuale che supera il 70%.


Riproduzione riservata © 2016 TRC