in:

Manifestazione della CGIL stamattina in via Bellinzona. Alla base della protesta la posizione di Confindustria in materia di riforma dei contratti.

Presidio CGIL stamattina davanti alla sede di Confindustria Modena in via Bellinzona. La protesta si svolge a seguito della decisione presa il 30 settembre dal Comitato Direttivo nazionale di porre fine al confronto. La CGIL di Modena ritiene infatti inaccettabile la proposta di Confindustria sulla riforma dei contratti, che oltre ad essere in netto contrasto con quella del sindacato ne renderebbe marginale e subalterno il ruolo. Il presidio di stamattina si aggiunge alla manifestazione dello scorso 27 settembre al Parco Ferrari dove era già stata affermata la contrarietà alle politiche economiche del Governo. La CGIL chiede all’esecutivo di diventare protagonista di un tavolo negoziale coerente con la piattaforma unitaria di CGIL, CISL e UIL per la definizione di un modello contrattuale unico. L’obbiettivo del sindacato è quello di ottenere un aumento del potere di acquisto dei salari, operando sulla contrattazione e sul versante fiscale, contrariamente alla proposta di Confindustria che abbassa il valore medio delle retribuzioni.


Riproduzione riservata © 2016 TRC