in:

Rispondendo ad un’interrogazione in merito alla copertura della Ghirlandina, il sottosegretario ai Beni Culturali Giro ha confermato la legittimità della scelta del Comune di Modena.

“Il Comune di Modena poteva coprire la Ghirlandina con il telo di Paladino, e non era obbligato a mettere sul monumento simbolo di Modena una riproduzione fedele dell’edificio”. Anche il sottosegretario al Ministero per i beni e le attività culturali, Francesco Maria Giro, del centrodestra, ha ribadito la legittimità dell’iniziativa dell’amministrazione modenese. Il sottosegretario, rispondendo a un’interrogazione dei Popolari-Liberali di Carlo Giovanardi, ha sottolineato la sovranità dell’ente locale in merito alla scelta in questione, pur ribadendo che, secondo le direttive ministeriali, sarebbe auspicabile raffigurare l’edificio vincolato sul telo protettivo. Proprio per evitare nuove diatribe, Giro conclude annunciando modifiche agli indirizzi emanati.


Riproduzione riservata © 2016 TRC