in:

Giancarlo Montorsi ha annunciato le sue dimissioni dal Consiglio comunale di Modena. E giovedì Isabella Massamba uscirà da Sinistra democratica.

Dopo le dimissioni del consigliere dei Verdi Mauro Tesauro, oggi è stato Giancarlo Montorsi, consigliere di Rifondazione comunista a rinunciare al mandato. In una lettera di quattro pagine consegnata al sindaco Pighi, Montorsi ha spiegato le ragioni della sua scelta. Il consigliere ha citato il caso dell’inceneritore, l’ingresso dei privati nell’Atcm e, da ultimo, lo sgombero di Libera. Giancarlo Montorsi ha ribadito che si è trattato di una decisione in solitudine e personale. Ma non è un mistero che dopo il Congresso, all’interno del partito sia in corso una profonda discussione: da una parte la linea Vendola, favorevole all’accordo col Pd, divenuta minoritaria; dall’altra Ferrero, segretario nazionale, pronto a un’opposizione più dura. “Una scelta personale – ribadisce il segretario provinciale di Rifondazione Stefano Lugli – che tocca però temi condivisi da tutto il partito”. “Faremo un bilancio di questa legislatura e trarremo le conseguenze per le scelte future” – ha concluso Lugli. Montorsi potrebbe essere sostituito da Romina Bertoni, attuale assessore alla cultura del Comune di Vignola, prima dei non eletti. E giovedì Isabella Massamba annuncerà la sua uscita da Sinistra Democratica per fare parte di un gruppo indipendente. La Massamba critica l’immobilismo di Sinistra Democratica ‘assolutamente omologata al Pd’


Riproduzione riservata © 2016 TRC