in:

Il dirigente dell’ufficio scolastico provinciale è stato trasferito prima del tempo e senza preavviso, denuncia la Cgil, che chiede chiarimenti. Sulla vicenda, le parlamentari Bastico e Ghizzoni annunciano un’interrogazione.

Il dirigente dell’ufficio scolastico provinciale modenese, Giancarlo Mori, è stato trasferito a Ravenna, dove già da domani assumerà incarico analogo a quello prestato a Modena. Mori ha diretto l’ufficio all’ombra della Ghirlandina per circa un anno e mezzo, e la Cgil per questo denuncia un comportamento prevaricatore del Ministero della pubblica istruzione, visto che il mandato contrattuale parlava di tre anni. Il sindacato ritiene la decisione repentina e immotivata, tale da creare discontinuità. Mori sarà sostituito da Gino Malaguti, l’attuale preside dell’Iti Corni, e per la Cgil è questo un ulteriore problema visto che l’istituto, il più grande della provincia, potrebbe “trovarsi penalizzato per un improvviso cambio della dirigenza”. Sul trasferimento del dirigente le parlamentari del Pd Mariangela Bastico e Manuela Ghizzoni annunciano un’interrogazione al ministro Gelmini, visto che la decisione non ha nemmeno coinvolto le istituzioni locali.


Riproduzione riservata © 2016 TRC