in:

5 milioni di firme in vista della manifestazione nazionale del 25 ottobre. E’ scattata ieri sera la mobilitazione del Partito democratico, per dire no alle scelte del Governo Berlusconi.

Preoccupati per l’Italia, per un Paese che non cresce e milioni di famiglie a secco. Arrabbiati per le scelte e le priorità del Governo Berlusconi: volontà di introdurre il reato d’immigrazione clandestina, impronte da prendere ai bambini rom; lodo Alfano. Ma fermi nella volontà di fare un’opposizione di merito e non d’insulti. Per questo, i leader del Partito democratico hanno deciso di scendere in piazza, il 25 ottobre, ma dopo aver incontrato i cittadini. Ieri sera, nelle Feste del Pd, è scattata la raccolta di firme “Salva l’Italia”, con l’obiettivo di arrivare a quota 5 milioni.Nel mirino, soprattutto, la Finanziaria estiva di Tremonti che – spiegano i parlamentari del Pd – taglia le risorse per infrastrutture, sicurezza, scuola e sanità; colpisce i Comuni e aumenta le tasse


Riproduzione riservata © 2016 TRC